Le responsabilità storiche dell’antisemitismo cattolico.

A ottant’anni dalle leggi razziali regge ancora la vulgata, accolta in generale dalla storiografia, della netta separazione tra antigiudaismo cattolico e antisemitismo moderno. L’autore affronta e smentisce questa «tesi» analizzando a fondo e rigorosamente il tema del rapporto tra Chiesa e antisemitismo attraverso la rievocazione delle vicende dei primi partiti cattolici promossi da papa Leone XIII: partito cristiano sociale austriaco e democrazia cristiana francese, partiti anticipatori di progetti legislativi analoghi alla legislazione antisemita degli anni Trenta del secolo successivo. Un approfondimento viene di seguito svolto sulla scuola politica che per il giovane Hitler rappresentò il partito cristiano sociale a Vienna, dove il futuro dittatore elaborò le linee dell’ideologia nazista. Un altro caso che viene studiato è quello della Spagna inquisitoriale e degli «Estatutos de limpieza de sangre». Si passa poi alla situazione italiana, all’antisemitismo «moderno» del principale collaboratore di Leone XIII, Giuseppe Toniolo, e del suo grande discepolo e collaboratore, Agostino Gemelli, che rappresentò il punto d’unione con l’antisemitismo di Pio XI e l’accordo da questo stipulato con il regime fascista per l’emanazione delle leggi razziali del ’38. Quindi si evidenzia come la Chiesa abbia saputo accreditare una sua presunta ostilità all’antisemitismo «realizzato» dei fascismi e oscurare la sua adesione alla svolta antisemita del regime a metà degli anni Trenta. Infine, per quanto riguarda la Shoah, si considerano i casi di alcuni Paesi cattolici in cui difficile ridurre le colpe ai soli nazisti: la Croazia, la Polonia, ma anche la Cecoslovacchia. I contenuti di questo libro hanno una forte connessione con due altri fortunati testi pubblicati da DeriveApprodi: Nonostante Auschwitz e Orgoglio e genocidio, di Alberto Burgio.

autor*

Marino Ruzzenenti

collabora con la Fondazione Luigi Micheletti di Brescia. Su questi temi ha pubblicato La capitale della Rsi e la Shoah (2006) e Shoah. Le colpe degli italiani (2011). Tra le altre opere: Un secolo di cloro e… PCB (2001) e ha curato con Pier Paolo Poggio, Il caso italiano. Industria chimica e ambiente (2012).

rassegna stampa

Recensioni

  1. Roberto Tronk

    Preghiamo anche per i perfidi giudei @Carmilla

    Leggi

  2. Roberto Tronk

    Preghiamo anche per i perfidi giudei @Radio Tre Faherenheit

    Al minuto 01:04:00 Marino Ruzzenenti parla del suo libro «Preghiamo anche per i perfidi giudei»
    Qui il podcast.

  3. Roberto Tronk

    Preghiamo anche per i perfidi giudei @Casa della cultura

    Qui la recensione di Pier Paolo Poggio

  4. Roberto Tronk

    Preghiamo anche per i perfidi giudei @Mosaico di pace

    Qui la recensione.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

«Preghiamo anche per i perfidi giudei»

    L’antisemitismo cattolico e la Shoah
pagine: 
    256
anno: 
    2018
isbn: 
    9788865482261
libro 20,00

«Preghiamo anche per i perfidi giudei»

    L’antisemitismo cattolico e la Shoah
Le responsabilità storiche dell’antisemitismo cattolico.
libro 20,00
pagine: 
    256
anno: 
    2018
isbn: 
    9788865482261

consigliati

Pierpaolo Cesaroni
Sandro Chignola

Marina Lalatta Costerbosa

Marina Lalatta Costerbosa

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
page
product