Un pensiero con una base comune fatta di intolleranza all’ingiustizia, alla sofferenza dell’obbedienza e della subalternità.

Il pensiero libertario ha una storia antica e nobile fatta di percorsi teorici originali e di scontri filosofici infuocati. Una storia che è stata spesso banalizzata e, negli ultimi anni, è stata decisamente misconosciuta. Passando in rassegna i classici, tra anarchismo filosofico e anarchismo politico, l’autore conduce il lettore in un viaggio di passione e scienza.

Da Stirner a Proudhon, da Kropotkin a Malatesta, questo libro restituisce la complessità del pensiero anarchico, tra diversità e conflitti, tra passaggi irriverenti e libri provocatori. Un pensiero con una base comune, profonda e ininterrotta, fatta di intolleranza all’ingiustizia, alla sofferenza dell’obbedienza e della subalternità.

autor*

è ordinario di Filosofia del diritto all’Università di Catanzaro. È stato ricercatore e professore associato all’Università di Bologna e ricercatore e professore dell’Istituto Universitario Europeo di Firenze. Presso le nostre edizioni ha pubblicato: Nostra legge è la libertà. Anarchismo dei Moderni(2017), Bioetica in tempi di pandemia. Morale, diritto e libertà(2022), Il senso della norma. Filosofia fragile del diritto(2023), Il grande smottamento. La fine della storia è finita (2023). Il suo ultimo libro è: L'altro giudizio. Diritto e letteratura (2024).

rassegna stampa

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

Nostra legge è la libertà

    Anarchismo dei moderni
pagine: 
    288
anno: 
    2017
isbn: 
    9788865481899
libro 20,00

Nostra legge è la libertà

    Anarchismo dei moderni
Un pensiero con una base comune fatta di intolleranza all’ingiustizia, alla sofferenza dell’obbedienza e della subalternità.
libro 20,00

Il pensiero libertario ha una storia antica e nobile fatta di percorsi teorici originali e di scontri filosofici infuocati. Una storia che è stata spesso banalizzata e, negli ultimi anni, è stata decisamente misconosciuta. Passando in rassegna i classici, tra anarchismo filosofico e anarchismo politico, l’autore conduce il lettore in un viaggio di passione e scienza.

Da Stirner a Proudhon, da Kropotkin a Malatesta, questo libro restituisce la complessità del pensiero anarchico, tra diversità e conflitti, tra passaggi irriverenti e libri provocatori. Un pensiero con una base comune, profonda e ininterrotta, fatta di intolleranza all’ingiustizia, alla sofferenza dell’obbedienza e della subalternità.

è ordinario di Filosofia del diritto all’Università di Catanzaro. È stato ricercatore e professore associato all’Università di Bologna e ricercatore e professore dell’Istituto Universitario Europeo di Firenze. Presso le nostre edizioni ha pubblicato: Nostra legge è la libertà. Anarchismo dei Moderni(2017), Bioetica in tempi di pandemia. Morale, diritto e libertà(2022), Il senso della norma. Filosofia fragile del diritto(2023), Il grande smottamento. La fine della storia è finita (2023). Il suo ultimo libro è: L'altro giudizio. Diritto e letteratura (2024).

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

pagine: 
    288
anno: 
    2017
isbn: 
    9788865481899

consigliati

Roberto Formisano

Massimo La Torre

altri risultati...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
page
product