Per la prima volta disponibile lo studio di una grande esperienza politica, sociale ed esistenziale che ha coinvolto un’intera generazione.

Nel solco della ricerca sociologica sulla dinamica dei movimenti sociali giovanili degli anni Settanta, il volume esplora le intricate reti e i nodi critici dei Circoli del proletariato giovanile, che negli anni Settanta hanno coinvolto migliaia di giovani nella sperimentazione di nuove forme di vita e della politica. Tramite l’analisi di dati empirici, recuperati dalle centinaia di riviste prodotte da questi militanti, da studi sociodemografici e di cultura visuale, il volume – unico nel suo genere – parte dalla crisi economica e sociale del 1974, prende in esame il periodo di attività dei Circoli, fino al momento del loro scioglimento, nella fase del cosiddetto «riflusso». L’autore delinea così il profilo dei Circoli, le influenze ideologiche, le dinamiche aggregative, le pratiche culturali e la loro incidenza nel panorama sociopolitico.
Da una prospettiva scientifica, viene illustrato un fenomeno complesso e dinamico, permettendo di comprendere i Circoli nel contesto delle lotte sociali degli anni Settanta.

autor*

è assegnista di ricerca presso l’Università degli Studi di Udine. Studia le connessioni tra arte e politica, concentrandosi sulle controculture, sul periodo della contestazione e del seguente riflusso. Ha di recente curato un libro sul centro di ricerca artistica milanese Vidicon.

rassegna stampa

Recensioni

  1. Ufficio Stampa

    Sara Molho recensisce il libro su «Pulp Libri» – 17 luglio 2024

    Leggi qui

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

Non c’è rivoluzione senza libidine

    Dai circoli del proletariato giovanile ai centri sociali
pagine: 
    144
anno: 
    2024
isbn: 
    9788865485309
libro 15,00

Non c’è rivoluzione senza libidine

    Dai circoli del proletariato giovanile ai centri sociali
Per la prima volta disponibile lo studio di una grande esperienza politica, sociale ed esistenziale che ha coinvolto un’intera generazione.
libro 15,00

Nel solco della ricerca sociologica sulla dinamica dei movimenti sociali giovanili degli anni Settanta, il volume esplora le intricate reti e i nodi critici dei Circoli del proletariato giovanile, che negli anni Settanta hanno coinvolto migliaia di giovani nella sperimentazione di nuove forme di vita e della politica. Tramite l’analisi di dati empirici, recuperati dalle centinaia di riviste prodotte da questi militanti, da studi sociodemografici e di cultura visuale, il volume – unico nel suo genere – parte dalla crisi economica e sociale del 1974, prende in esame il periodo di attività dei Circoli, fino al momento del loro scioglimento, nella fase del cosiddetto «riflusso». L’autore delinea così il profilo dei Circoli, le influenze ideologiche, le dinamiche aggregative, le pratiche culturali e la loro incidenza nel panorama sociopolitico.
Da una prospettiva scientifica, viene illustrato un fenomeno complesso e dinamico, permettendo di comprendere i Circoli nel contesto delle lotte sociali degli anni Settanta.

è assegnista di ricerca presso l’Università degli Studi di Udine. Studia le connessioni tra arte e politica, concentrandosi sulle controculture, sul periodo della contestazione e del seguente riflusso. Ha di recente curato un libro sul centro di ricerca artistica milanese Vidicon.

Recensioni

  1. Ufficio Stampa

    Sara Molho recensisce il libro su «Pulp Libri» – 17 luglio 2024

    Leggi qui

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

pagine: 
    144
anno: 
    2024
isbn: 
    9788865485309

consigliati

Centro sociale Askatasuna

Gianni-Emilio Simonetti

Sergio Bianchi 
 Lanfranco Caminiti

Vladimiro Giacché

altri risultati...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
page
product