Siamo ancora nella vichiana «età degli uomini» o siamo già passati oltre? Molti sostengono che siamo già oltre, in una fase postumana di fatto e di diritto. La natura, la tecnica, l’ibridazione ontologica sembrano finalmente sostituire la fittizia e narcisistica centralità dell’uomo. Il libro si confronta in modo critico con questa posizione attraverso una riflessione sull’umanesimo condotta nella propsettiva dell’antropologia filosofica.

L’umanesimo, inteso come decifrazione e cura della condizione umana, appare l’orizzonte più adatto proprio per vivere responsabilmente il decentramento antropologico.

L’antropologia filosofica – in particolare il modello dell’eccentricità elaborato da Helmuth Plessner – si presenta allora come strumento sia per esaminare la visione postumana sia per aggiornare l’umanesimo. Uno strumento, insomma, per svolgere il compito interminabile di diventare uomini.

autor*

insegna Filosofia teoretica presso l'Università di Salerno. I suoi principali argomenti di ricerca riguardano i concetti di umanità e di mondo, nel loro aspetto metafisico, epistemologico ed etico. Tra i supi libri: Cosmologia e umanesimo in Kant (2020), Il mondo. Profilo di un'idea (2017), Umanesimo. Storia critica attualità (a cura, 2015).

rassegna stampa

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

L’età degli uomini

    Antropologia filosofica e dintorni
pagine: 
    192
anno: 
    2024
isbn: 
    9788865485040
18,00

L’età degli uomini

    Antropologia filosofica e dintorni
18,00

Siamo ancora nella vichiana «età degli uomini» o siamo già passati oltre? Molti sostengono che siamo già oltre, in una fase postumana di fatto e di diritto. La natura, la tecnica, l’ibridazione ontologica sembrano finalmente sostituire la fittizia e narcisistica centralità dell’uomo. Il libro si confronta in modo critico con questa posizione attraverso una riflessione sull’umanesimo condotta nella propsettiva dell’antropologia filosofica.

L’umanesimo, inteso come decifrazione e cura della condizione umana, appare l’orizzonte più adatto proprio per vivere responsabilmente il decentramento antropologico.

L’antropologia filosofica – in particolare il modello dell’eccentricità elaborato da Helmuth Plessner – si presenta allora come strumento sia per esaminare la visione postumana sia per aggiornare l’umanesimo. Uno strumento, insomma, per svolgere il compito interminabile di diventare uomini.

insegna Filosofia teoretica presso l'Università di Salerno. I suoi principali argomenti di ricerca riguardano i concetti di umanità e di mondo, nel loro aspetto metafisico, epistemologico ed etico. Tra i supi libri: Cosmologia e umanesimo in Kant (2020), Il mondo. Profilo di un'idea (2017), Umanesimo. Storia critica attualità (a cura, 2015).

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

pagine: 
    192
anno: 
    2024
isbn: 
    9788865485040

consigliati

Jacques Rancière

Marco Mazzeo

altri risultati...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
page
product