«L’uomo è un animale politico perché è un animale letterario che si lascia sviare dalla sua destinazione naturale dal potere delle parole»

Jacques Rancière è il filosofo a noi contemporaneo che più di tutti ha saputo articolare una riflessione insieme estetica e politica. Ormai considerato a livello internazionale tra i più acuti «critici» dello sguardo sull’arte e sul cinema, il suo approccio si allontana da ciò che normalmente si intende per relazione arte/politica. Non il contenuto politico dell’arte, né tantomeno la sua forma. Piuttosto, una riflessione che parte da ciò che questi due ambiti condividono nelle loro premesse: lo statuto della visibilità. Sia per la politica che per l’estetica la questione è infatti la capacità di ridisegnare lo spazio della percezione, facendo «vedere» ciò che prima non lo era. È ciò che accade con Gezi Park o le primavere arabe quando improvvisamente «si vedono» generazioni di giovani sull’altra sponda del Mediterraneo; è ciò che accade con un film di Bela Tarr o un’opera di Alfredo Jarr. La politica si configura allora come una disciplina e una pratica in tutto e per tutto estetica, ovvero capace di mutare il modo in cui guardiamo, sentiamo e percepiamo. Questo è il materialismo della sensazione di un filosofo mondialmente acclamat

autor*

Jacques Rancière

Allievo di Louis Althusser, il suo lavoro di riflessione politica e filosofica è tra i più importanti del pensiero contemporaneo. Tra le sue opere disponibili in italiano: Il maestro ignorante (Mimesis, 2009), L'odio per la democrazia (Cronopio, 2007), Il disaccordo (Meltemi, 2007).

rassegna stampa

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

La partizione del sensibile

    Estetica e politica
pagine: 
    80
anno: 
    2022
isbn: 
    978-88-6548-436-4
libro 12,00

La partizione del sensibile

    Estetica e politica
«L’uomo è un animale politico perché è un animale letterario che si lascia sviare dalla sua destinazione naturale dal potere delle parole»
libro 12,00
pagine: 
    80
anno: 
    2022
isbn: 
    978-88-6548-436-4

consigliati

Adriano Bertollini

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
page
product