A cinquant’anni dalla sua prima edizione, questo grande classico – arricchito da un’intervista inedita dei curatori all’autore – può servire, soprattutto per le nuove generazioni, a riallacciare il filo di un discorso restato incompiuto

Pubblicato a metà degli anni Settanta, in un momento di effervescenza della storiografia filosofico-politica, Il progetto giuridico ha rappresentato uno spartiacque nella letteratura dell’epoca, facendo da apripista alle più innovative esperienze teoretiche europee. Forte di una vastissima conoscenza della storia del diritto europeo e della semantica dei concetti giuridici, il libro di Pietro Costa traccia un’archeologia della formazione economico-sociale capitalistica in Inghilterra tra XVI e XIX secolo, ripercorrendo la nascita di un ordine socio-giuridico tendenzialmente globale, costruito attraverso un uso del diritto politicamente «determinato».

Questo volume inaugura la collana «Materialismi» di DeriveApprodi, che raccoglierà studi classici e inediti di filosofia che ambiscono a una lettura realistica del mondo
e della società, per una critica del presente e una nuova stagione di ricerche oltre l’ordine esistente.

autor*

Pietro Costa è professore emerito di Storia del diritto medievale e moderno nell’Università di Firenze e Accademico dei Lincei. Tra le sue pubblicazioni, tradotte in numerose lingue, si segnalano: Costituzione italiana: articolo 10 (Carocci, 2018), I diritti di tutti e i diritti di alcuni (Mucchi, 2018) e il monumentale Civitas. Storia della cittadinanza in Europa (Laterza 1999-2001).

rassegna stampa

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

Il progetto giuridico

    Ricerche sulla giurisprudenza del liberalismo classico
pagine: 
    400
anno: 
    2024
isbn: 
    9788865485101
libro 25,00

Il progetto giuridico

    Ricerche sulla giurisprudenza del liberalismo classico
A cinquant’anni dalla sua prima edizione, questo grande classico – arricchito da un’intervista inedita dei curatori all’autore – può servire, soprattutto per le nuove generazioni, a riallacciare il filo di un discorso restato incompiuto
libro 25,00

Pubblicato a metà degli anni Settanta, in un momento di effervescenza della storiografia filosofico-politica, Il progetto giuridico ha rappresentato uno spartiacque nella letteratura dell’epoca, facendo da apripista alle più innovative esperienze teoretiche europee. Forte di una vastissima conoscenza della storia del diritto europeo e della semantica dei concetti giuridici, il libro di Pietro Costa traccia un’archeologia della formazione economico-sociale capitalistica in Inghilterra tra XVI e XIX secolo, ripercorrendo la nascita di un ordine socio-giuridico tendenzialmente globale, costruito attraverso un uso del diritto politicamente «determinato».

Questo volume inaugura la collana «Materialismi» di DeriveApprodi, che raccoglierà studi classici e inediti di filosofia che ambiscono a una lettura realistica del mondo
e della società, per una critica del presente e una nuova stagione di ricerche oltre l’ordine esistente.

Pietro Costa è professore emerito di Storia del diritto medievale e moderno nell’Università di Firenze e Accademico dei Lincei. Tra le sue pubblicazioni, tradotte in numerose lingue, si segnalano: Costituzione italiana: articolo 10 (Carocci, 2018), I diritti di tutti e i diritti di alcuni (Mucchi, 2018) e il monumentale Civitas. Storia della cittadinanza in Europa (Laterza 1999-2001).

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

pagine: 
    400
anno: 
    2024
isbn: 
    9788865485101

consigliati

It seems we can't find what you're looking for.

altri risultati...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
page
product