La storia degli autentici innovatori della politica come azione rivoluzionaria.
A cura di Guido Borio, Francesca Pozzi, Gigi Roggero

In Italia, alla fine degli anni Cinquanta, un ristretto gruppo di intellettuali e militanti politici di base inaugura, con la rivista «Quaderni rossi», un percorso di pensiero critico nei confronti dell’ortodossia marxista, che segnerà in modo indelebile i destini dei movimenti sociali dei decenni successivi. Gli operaisti sono passati alla storia come gli autentici innovatori della politica come azione rivoluzionaria. I loro detrattori li hanno invece bollati come i «cattivi maestri», ispiratori di teorie e pratiche estremistiche, parti delle quali sarebbero sfociate nel terrorismo di fine anni Settanta.
Delle tesi operaiste si sono cibate le lotte studentesche del ’68 e quelle operaie dell’«autunno caldo» del ’69. Da esse hanno avuto origine i gruppi extraparlamentari più significativi come Potere Operaio e Lotta Continua, nuove forme di organizzazione sindacale, l’esperienza dell’Autonomia operaia, riviste, giornali, case editrici. Il pensiero operaista ha conosciuto, al proprio interno, rotture, salti, discontinuità, ma ciò che l’ha sempre caratterizzato è il dimostrato metodo di analisi delle trasformazioni sociali. Quel pensiero e quel metodo esistono ancora oggi. Ne è prova l’influenza che è riuscito a esercitare sui movimenti internazionali nati nel 1999 a Seattle.
In questo libro «gli operaisti» si raccontano in prima persona, nella forma di autobiografie che compongono uno viaggio straordinario in quei pensieri e in quelle azioni che furono ricerca di relazioni sociali più libere e democratiche.

Interviste con:

Romano Alquati, Alberto Asor Rosa, Nanni Balestrini, Bianca Beccalli, Franco Berardi (Bifo), Lapo Berti, Bruno Cartosio, Giairo Daghini, Mariarosa Dalla Costa, Mario Dalmaviva, Alisa Del Re, Rita Di Leo, Ferruccio Gambino, Romolo Gobbi, Mauro Gobbini, Claudio Greppi, Enrico Livraghi, Alberto Magnaghi, Christian Marazzi, Toni Negri, Franco Piperno, Vittorio Rieser, Emilio Soave, Mario Tronti, Paolo Virno, Lauso Zagato.

autor*

è nato a Torino nel 1954, laureato in Lettere Moderne con indirizzo storico, lavora nell'ambito delle cooperative sociali.

(Como, 1973) è laureata in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Torino. Lavora nel campo della ricerca sociale.

(Casale Monferrato, 1973), ricercatore militante, ha pubblicato con DeriveApprodi: Elogio della militanza (2016) e Il treno contro la Storia (2017); è inoltre co-autore di: Futuro anteriore e Gli operaisti (2002 e 2005).

rassegna stampa

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

Gli operaisti

pagine: 
    352
anno: 
    2005
isbn: 
    9788888738765
libro 20,00
La storia degli autentici innovatori della politica come azione rivoluzionaria.
libro 20,00
pagine: 
    352
anno: 
    2005
isbn: 
    9788888738765

consigliati

Silvia Federici

Sergio Bianchi
Lanfranco Caminiti

Ruggero D'Alessandro

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
page
product