Un paese, il Senegal, due luoghi di ricerca, Dakar e St. Louis, quattro punti di vista, otto mani, e dodici storie raccolte sul campo. Attraverso il dialogo tra diverse prospettive di ricerca, questo libro restituisce un racconto corale sulla relazione complessa tra crisi climatica e diversi regimi di mobilità. Le quattro ricercatrici europee, bianche, durante il periodo trascorso in Senegal, si sono interrogate sulla loro posizionalità, sui loro privilegi, su metodologie di ricerca intersezionali e decoloniali, sforzandosi di riflettere con le persone in loco e non solo su di loro, valorizzando il più possibile la voce dei e delle protagoniste. Di fatto, che si tratti di crisi climatica o della cosiddetta crisi migratoria, nel Nord globale le immagini mediatiche e le narrazioni politiche sono sempre dominate da una prospettiva eurocentrica, che alimenta una percezione del cambiamento climatico come minaccia puramente naturale e dei migranti come invasione: entrambi nemici da combattere. Tramite le testimonianze delle persone che vivono ogni giorno gli effetti del clima che cambia, il libro racconta le diverse sfaccettature della crisi più ampia in atto, denunciando la matrice capitalistica, razzista, coloniale e patraircale della crisi stessa.

autor*

ricercatrice, Università di Bologna. Attualmente lavora nel progetto di ricerca PANICOCENE, investigando le narrative e l'immaginario del nesso tra crisi climatica e migrazioni. Interessata alle relazioni sociali, ama respirare entusiasmo e quella irrequieta spensieratezza che solo chi la vive sa riconoscere.

professoressa, Università di Bologna. Coordina il corso di laurea magistrale in Geografia e processi territoriali e insegna Geografia umana e Geografia dello sviluppo.

professore, Università di Bologna. Coordina diversi progetti inter/nazionali ed è autore di numerose pubblicazioni sui temi dei media, migrazioni e diritti umani. Direttore di IT.A.CÀ: Festival del Turismo Responsabile; membro del coordinamento della Rete nazionale per il contrasto ai discorsi e ai fenomeni d'odio.

ricercatrice, Università di Bologna. Si occupa di migrazioni, razzismo e disuguaglianze

rassegna stampa

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

Crisi climatica, mobilità e giustizia sociale

    Voci e storie dal Senegal
pagine: 
    128
anno: 
    2023
isbn: 
    978-88-6548-480-7
libro 18,00

Crisi climatica, mobilità e giustizia sociale

    Voci e storie dal Senegal
libro 18,00

Un paese, il Senegal, due luoghi di ricerca, Dakar e St. Louis, quattro punti di vista, otto mani, e dodici storie raccolte sul campo. Attraverso il dialogo tra diverse prospettive di ricerca, questo libro restituisce un racconto corale sulla relazione complessa tra crisi climatica e diversi regimi di mobilità. Le quattro ricercatrici europee, bianche, durante il periodo trascorso in Senegal, si sono interrogate sulla loro posizionalità, sui loro privilegi, su metodologie di ricerca intersezionali e decoloniali, sforzandosi di riflettere con le persone in loco e non solo su di loro, valorizzando il più possibile la voce dei e delle protagoniste. Di fatto, che si tratti di crisi climatica o della cosiddetta crisi migratoria, nel Nord globale le immagini mediatiche e le narrazioni politiche sono sempre dominate da una prospettiva eurocentrica, che alimenta una percezione del cambiamento climatico come minaccia puramente naturale e dei migranti come invasione: entrambi nemici da combattere. Tramite le testimonianze delle persone che vivono ogni giorno gli effetti del clima che cambia, il libro racconta le diverse sfaccettature della crisi più ampia in atto, denunciando la matrice capitalistica, razzista, coloniale e patraircale della crisi stessa.

ricercatrice, Università di Bologna. Attualmente lavora nel progetto di ricerca PANICOCENE, investigando le narrative e l'immaginario del nesso tra crisi climatica e migrazioni. Interessata alle relazioni sociali, ama respirare entusiasmo e quella irrequieta spensieratezza che solo chi la vive sa riconoscere.

professoressa, Università di Bologna. Coordina il corso di laurea magistrale in Geografia e processi territoriali e insegna Geografia umana e Geografia dello sviluppo.

professore, Università di Bologna. Coordina diversi progetti inter/nazionali ed è autore di numerose pubblicazioni sui temi dei media, migrazioni e diritti umani. Direttore di IT.A.CÀ: Festival del Turismo Responsabile; membro del coordinamento della Rete nazionale per il contrasto ai discorsi e ai fenomeni d'odio.

ricercatrice, Università di Bologna. Si occupa di migrazioni, razzismo e disuguaglianze

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

pagine: 
    128
anno: 
    2023
isbn: 
    978-88-6548-480-7

consigliati

Gianfranco Manfredi

Adriana Petryna

Philippe Bourgois 
 Jeff Schonberg

Chiara Giorgi 
 Francesco Brancaccio

altri risultati...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
page
product