Oltre lo Stato: l’immaginazione politica.

Se oggi viviamo in tempi di crisi, ciò che più è in crisi è la nostra capacità di immaginare un’alternativa, non solo rispetto allo specifico contesto politico e istituzionale odierno, ma soprattutto rispetto al dato sistemico della società capitalistica. Questo libro ripercorre alcuni temi classici del rapporto tra governati e governanti, riaprendoli alle questioni più attuali e al rinnovato interesse per il linguaggio proprio del diritto. I saggi qui presenti, pensati nel confronto tra la scienza giuridica, la storia e la filosofia, intendono rispondere ad alcune grandi questioni del presente. Cosa significa l’attuale «uso politico del diritto»? E ancora, quale rapporto esiste tra i movimenti e le istituzioni? Che rapporto intercorre tra l’ambiguità della dimensione del potere e la fondazione di nuove istituzioni non statali? Cosa accade quando lo Stato non detiene più il monopolio della produzione del diritto?
Se da un lato le istituzioni, i dispositivi rappresentativi, le procedure di legittimazione attraversano una profonda crisi, dall’altro l’epoca presente non ha ancora trovato le forme politiche adeguate per rispondere a questo mutamento. La ricerca diviene allora un lavoro di immaginazione politica.

Con interventi

di Gaetano Azzariti, Gabriella Bonacchi, Pietro Costa, Augusto Illuminati, Sandro Mezzadra, Paolo Napoli, Antonio Negri, Brett Neilson, Pierangelo Schiera, Raùl Sànchez Cedillo

autor*

Chiara Giorgi

è attualmente ricercatrice in Storia delle Istituzioni politiche presso l’Università degli studi di Roma La Sapienza.
I suoi temi di ricerca sono l’evoluzione dei sistemi di sicurezza sociale e la storia del welfare, il colonialismo italiano e l’amministrazione coloniale, il dibattito sulla Costituzione italiana e il costituzionalismo, la storia del socialismo, l’opera di Lelio Basso e la sua biografia politica, la storia delle donne, alcuni temi riguardanti Marx e la storia del marxismo e il relativo dibattito storico-politico.
È membro del comitato scientifico della Fondazione Lelio e Lisli Basso, del comitato di redazione delle riviste «Le carte e la storia» e «Parolechiave».

Francesco Brancaccio

ricercatore autonomo, ha conseguito il dottorato in Teoria dello Stato e Istituzioni politiche comparate presso La Sapienza, Università di Roma. I suoi principali campi di ricerca sono la teoria del potere costituente, tra diritto e politica, il federalismo oltre lo Stato, l’istituzionalismo giuridico, i commons, il diritto alla città. Ha curato i volumi Weimar e il problema politico-costituzionale italiano (Giuffrè 2012, con F. Lanchester) e Fare Spazio. Pratiche del comune e diritto alla città (Mimesi 2015, con altri autori).

rassegna stampa

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

Ai confini del diritto

    Poteri, istituzioni e soggettività
pagine: 
    256
anno: 
    2017
isbn: 
    9788865481929
libro 17,00

Ai confini del diritto

    Poteri, istituzioni e soggettività
Oltre lo Stato: l’immaginazione politica.
libro 17,00
pagine: 
    256
anno: 
    2017
isbn: 
    9788865481929

consigliati

Vincenzo Ruggiero

Alessandro Guerra
Maria Cristina Marchetti

Rosi Braidotti

Gianfranco Manfredi

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
page
product