Aa. Vv.

    #4
La legittimità dello Stato e la natura dell’uomo

Nel pensiero politico moderno, l’appello alla natura umana è stato in genere prerogativa di autori catalogati, più o meno frettolosamente, come «conservatori» o «reazionari». La spiegazione è semplice. È impossibile costruire ipotesi sulle invarianti biologiche della nostra specie, senza scontrarsi con la pericolosità dell’uomo, col «cosiddetto male», con l’eccesso pulsionale e la carenza di inibizioni e limiti istintuali di cui il cannibalismo primitivo è l’illustrazione ...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
page
product