Marcello Di Paola
Gianfranco Pellegrino

Dalla vita vegetale la nuova filosofia politica.

«Gli alberi, le piante e i semi… questa natura è sempre in uno stato passivo, privo di movimento esterno e interno, e quindi del potere di osservare e riflettere». Così, nel Timeo, Platone sancisce statuto e differenza del regno vegetale rispetto all’umano e al resto del vivente. Una separazione che accompagnerà per diversi secoli la storia delle relazioni tra uomini e piante.
Per molti le piante rimangono tutt’ora esseri passivi e inerti, più simili a cose che a vi...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
page
product