Edoardo Sanguineti

(Genova, 1930 – 2010) ha insegnato letteratura italiana all’università di Torino, Salerno e Genova. È stato consigliere comunale della sua città e nel 1979 è stato eletto deputato come indipendente nelle liste del Partito Comunista. Presente nell’antologia dei Novissimi (1961), è stato un esponente di punta del Gruppo ’63, portando ai convegni del gruppo una originale teoria dell’avanguardia in chiave marxista. Ideologia e linguaggio (1965) è uno dei titoli principali della sua lunga produzione di saggista e di critico. Come poeta, Sanguineti ha dato inizio fin dagli anni Cinquanta a una ricerca particolarmente avanzata con Laborintus (1956), Erotopaegnia (1960) e Triperuno (1964). Sue raccolte complessive sono: Opus metricum 1951-1959 (1960); Catamerone 1951-1971 (1974); Segnalibro. Poesie 1951-1981 (1982). Autore teatrale, saggista, critico letterario, studioso di Dante, nel campo della narrativa ha pubblicato Capriccio italiano (1963) e Il gioco dell’oca (1967). Il suo ultimo saggio è Il chierico organico. Scritture e intellettuali (2000). Ha collaborato con vari artisti (come Enrico Baj), musicisti (come Luciano Berio), registi teatrali (come Andrea Liberovici) e registi cinematografici. Ha collaborato a quotidiani come “Paese Sera”, “L’Unità”, “Il Lavoro”. 
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
page
product